Test mWeb in arrivo

Capita, a volte, che le occasioni si presentino in una forma inaspettata. Per esempio, sotto forma di offerta Black Friday di un software che nemmeno sapevi esistesse, nel momento in cui stai cercando un nuovo editor Markdown che abbia almeno le seguenti caratteristiche:

  1. Multitasking Apple (app iOS e MacOS native)
  2. Sincronizzazione iCloud
  3. Formula d’acquisto “una tantum”, quindi senza abbonamento

Ed ecco a voi mWeb, l’ospite inatteso alla festa del rinnovamento possibile di questo blog.

Seguirà recensione approssimativa ed umorale come da prassi.

Pro:

  1. Figo
  2. Personalizzabile
  3. Supporta la pubblicazione su un sacco di servizi differenti (WordPress self-hosted e non, Medium…quanto facilmente, lo vedremo subito)
  4. Il supporto al Markdown è – ad una prima occhiata – impeccabile (non è una cosa così scontata)

Contro:

  1. Non supporta TextExpander (non un peccato mortale, ma chiederò agli sviluppatori notizie a riguardo)
  2. Non supporta l’autenticazione biometrica, che ormai usa anche il tostapane (male, molto male)

Da valutare:

  1. Il sistema di catalogazione e gestione dei files
  2. L’integrazione con altre app (per esempio, la facilità con cui si possono eventualmente creare bozze tramite estensione direttamente da Safari), uno dei punti di forza di Ulysses.

Per ora, quello che vedo mi piace molto. L’uso dirà se è solo apparenza o un valido sostituto per app più blasonate e pubblicizzate.

Stay Tuned,
Mr.Frost


Also published on Medium.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *