WhatsApp, la dettatura e la gente fuori di testa: pensieri sparsi sul perché parliamo alle macchine ma non con le macchine

Il mio odio per i messaggi vocali, specialmente quelli di WhatsApp, è ormai credo abbastanza noto ai quattro che mi seguono su queste pagine. Tuttavia c’è un altro aspetto di questo fenomeno (purtroppo diffusissimo) che mi lascia perplesso: la lunghezza dei suddetti messaggi vocali e l’apparente nonchalance con cui la gente parla per ore nel […]

Basta la parola (scritta) – There’s (no need of) an App for this

When the weather is bad I take a bus to work. I’m forever grateful to the person at the bus stop who informed me that you can text New York’s MTA service to find out exactly where the bus is and when it’s going to arrive. Sure, an app that put the bus on a […]