O l’abbonamento o la vita

The important point is that, if you’re able to readily switch to a different app when your current one changes its payment model, then… do it. Just vote with your wallet, and don’t worry about it.

Subscription Software – Matt Gemmell

Matt ha scritto praticamente tutto quello che avevo da dire in merito alla questione Ulysses in abbonamento (abbonamento da me sottoscritto, dopo circa 24 ore di rimuginare).

Aggiungerei solo un paio di note a margine:
– La sottoscrizione, anche la più lunga, non è a vita. Non vi si chiede un rene. Vi si chiede, se siete già utenti come me della versione precedente, un “impegno” di due euro e mezzo al mese per dodici mesi. Fa 18€. Tanti? Pochi? Vedete voi, come si diceva sopra. Ma non sentitevi legati per sempre. Se all’avvicinarsi del rinnovo non siete convinti, amici come prima.
– Il problema, soprattutto per un’app di scrittura come Ulysses, basata su files di testo e Markdown, si presenterebbe solamente se non esistessero alternative. Alternative che però, e le ho valutate praticamente tutte nelle suddette 24 ore, ci sono, sono numerose e di altissimo livello (ByWord da solo basterebbe, ed è stata la causa di quasi tutti i miei dubbi sulla sottoscrizione).

Come ribadisce anche Gemmell, non sono un entusiasta degli abbonamenti; non credo – pur vedendone chiaramente la ratio, che siano il futuro delle applicazioni, come non credo che siano automaticamente la scelta migliore per dare sostenibilità ad un business o che siano la più adatta a prescindere dal tipo di app.
Credo arriveremo – presto – ad una saturazione che porterà anche chi come me si è sempre dichiarato e dimostrato disponibile a riconoscere il valore economico di uno sforzo creativo a riflettere molto accuratamente su dove investire i propri soldi.
Nel frattempo, forse, perderemo qualche software valido, travolto dalla marea degli scontenti rumorosi.
La maggior parte, però, sopravviverà per vedere la prossima sconvolgente e controversa rivoluzione nel pricing.

Stay Tuned,
Mr.Frost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *