Skip to content

Siri a volo d’uccello

Ben Brooks pone la questione su cosa sia la vera intelligenza artificiale e su quanto manchi al raggiungimento di un così ambito traguardo (che probabilmente si risolverebbe il giorno dopo nella nascita di Skynet e buonanotte ai suonatori).

In effetti, deve trattarsi di un paradosso mica da poco, in fase di progettazione: per ottenere un risultato quanto più simile possibile all’intelligenza artificiale, serve analizzare una miriade di dati (da cui l’interesse spasmodico per i meta-dati, i cosiddetti big data e addirittura i computer quantistici), ed allo stesso tempo la capacità di astrarre ad un livello che sembra essere al momento peculiarmente umano.

Manca, insomma, quella capacità di “dare un’occhiata” che ci consente di sbuffare con cognizione di causa se la settimana che ci attende appare un inferno.

Stay Tuned,
Mr.Frost