Skip to content

Quote Of The Day

Provate a immaginare se un social network rivela le vostre informazioni private, o se Anonymous rende nota la vostra iscrizione a un sito porno, o se una società di data mining trae inferenze precise sul vostro conto attingendo informazioni da fonti disparate. È a questo punto che entrano in scena start-up come Reputation.com, che promettono di ripulire la vostra reputazione online, talvolta manipolando abilmente i risultati delle ricerche e talvolta chiedendo ai proprietari dei siti di cancellare informazioni dannose minacciando di denunciarli, e che chiedono naturalmente parcelle onerose per i loro servizi. […] Ma chi non ha fatto nulla di male, ma non ha la possibilità di pagare? Non è che l’economia ad alto contenuto di dati finirà per creare nuove forme di discriminazione digitale, per le quali solo i ricchi saranno in grado di difendere la propria reputazione online?

E. Morozov – Internet non salverà il mondo

Stay Tuned,
Mr.Frost