Skip to content

Quando la polvere si dirada

The past two days have seen the embargoes lift on the first reviews of the Apple Watch and new MacBook. If anything has emerged from the narrative so far, it’s that both products appear cut from the same cloth. Yes, the Watch appears the most high-tech of the two, effectively establishing the precedent for its market, while the MacBook is a take on the decades-old concept of a laptop, albeit an innovative interpretation. But they’re extraordinarily similar in a conceptual sense.

Future Present — Pixel Envy

Un atteso, prevedibile, legittimo perfino, rush di recensioni, impressioni, test e first look di Watch e MacBook ha inondato quasi ogni sito che si occupi di tecnologia (e avessi avuto i modelli da testare che hanno i blogger vip, avrei partecipato pure io – Mr.Schiller, can you hear me?).

Recensioni sostanzialmente buone, con qualche perplessità, legata più che altro agli sviluppi futuri – in qualche caso necessari – dei due prodotti.

Niente di nuovo, comunque; anche gli altri nuovi prodotti Apple hanno ricevuto accoglienza simile all’epoca della loro prima incarnazione: iPhone, iPad, MacBook Air.

E questa uniformità mi pare la migliore notizia possibile per Apple.

Stay Tuned,
Mr.Frost