Skip to content

Piccolo. Spazio. Pubblicità.

[…] web ad quality and tolerability have plummeted, and annoyance, abuse, misdirection, and track.

The ethics of modern web ad-blocking – Marco.org

Credo che il livello attuale delle pubblicità su Internet – in particolare modo su determinati siti che potremmo definire generalisti e che spesso e volentieri sono ancorati (come cozze) a media più tradizionali quali giornali e radio – sia pari a quello degli spot televisivi.

Ciò che si è scelto di seguire viene bruscamente interrotto od oscurato, senza preavviso, con scarse possibilità di evitare il tutto, e con una comunicazione sempre e comunque urlata, sia essa a volume fastidiosamente più alto del normale o con effetti grafici tendenti allo sparaflash.

Là si cambia canale, il più delle volte, o si fa dell’altro (ormai si fa praticamente sempre dell’altro mentre si guarda la tv); ma c’è anche chi si compra un TiVo. 😉

Stay Tuned,
Mr.Frost