Skip to content

Matrix, l’ingorgone e la massa critica

Recent reports say that Waze is making life hell for people who live on the small residential streets the app reroutes drivers down. According to TMZ, a reputable source for transportation news, residents are so fed up that they download the app themselves and report congestion on their own streets to screw with Waze’s directions and trick the algorithm.”

Shawn McGill – Tricking Waze

E quindi via con le segnalazioni fasulle di ingorghi, con l’unico scopo (e pare anche un discreto successo) di ingannare l’algoritmo di Waze e far sì che il traffico brutto e cattivo non si avvicini a casa.

A parte l’ovvia considerazione sulla natura NIMBY del trucchetto, viene giustamente fatto notare come sia difficile ma interessante provare ad immaginare il punto di raggiungimento della massa critica per questi ed altri servizi simili.
Quando tutti useranno il Waze/TomTom/Garmin di turno, quanto dovrà essere più complesso il sistema per evitare di traslare semplicemente il mega ingorgone da una zona all’altra, in una giostra infinita di cacce alla strada libera?

Senza contare che, per quanto sofisticati, questi algoritmi sono sempre creati da mente umana, ed in quanto tali non solo perfettibili, ma soprattutto altamente fregabili
Il che, per il momento, ci salva anche da Skynet 🙂

Stay Tuned,
Mr.Frost