Skip to content

Il pesce puzza dalla testa

Il software, denominato Superfish, installa infatti falsi certificati digitali di sicurezza che gli permettono di intercettare i dati degli utenti anche quando viaggiano su connessioni protette cifrate, per esempio per effettuare transazioni bancarie o immettere password.

Lenovo ha preinstallato malware sui suoi PC: devastata la sicurezza degli utenti – Il Disinformatico

Paolo Attivissimo spiega, molto chiaramente come al solito, in cosa consista l’affaire Superfish.
Utile anche per farsi un’idea di quale genere di schifezze comporti (più o meno collateralmente) la corsa continua al ribasso dei prezzi: se non fai soldi con il tuo prodotto, devi per forza farli con i tuoi utenti.

Stay Tuned,
Mr.Frost