Skip to content

I Am The One – Una difesa fuori luogo di Music

Io sono il prescelto.

Non l’ho capito subito, ma sono cose che si comprendono con il tempo.
Leggo storie di fratelli caduti, intorno a me, e con sgomento apprendo di compagni che hanno perso tanto, o tutto.
Leggo di amici che si sono visti tendere agguati, o sono stati sommersi da indegnità di ogni sorta, a tradimento.

A me non è successo.
Perchè io sono il prescelto.

Music ha – per me – sostituito Spotify da quasi un mese, ormai.
Non ho visto cancellata la mia libreria iTunes.
Non ho visto i miei brani sostituiti con altri simpaticamente provvisti di DRM.
La percentuale di copertine modificate è stata irrisoria (si parla di meno di 10 album su più di 50 gigabyte di musica).
I suggerimenti funzionano meglio di quelli di Spotify già adesso – e quelli avevano avuto mesi per adattarsi ai miei gusti.
iTunes Match continua il suo lavoro invisibile di backup ufficioso.

Sono solo un caso, certamente.
Ma sono solo casi
(su milioni di utenti) anche quelli cui è toccata in sorte l’Apocalisse.

Solo che, purtroppo, magari quelli hanno qualche lettore in più.

Stay Tuned,
Mr.Frost